Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei navigatori.
Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.   INFO   OK
HardGreen.it Il Pneumatico Ecologico
 
Pneumatici Invernali
Ruote Invernali:
caratteristiche e vantaggi
Gli pneumatici invernali sono, per ovvi motivi, obbligatori in paesi caratterizzati dal forte rischio di nevicate, come ad esempio la Germania e l’Austria. Tuttavia anche in Italia, soprattutto in alcune regioni del nord, le gomme termiche sono fortemente consigliate almeno nella stagione che va da novembre a fine marzo (alcune regioni estendono il periodo di utilizzo delle gomme termiche anche ai mesi di ottobre e aprile, ma tutto dipende fondamentalmente dal clima).

Le condizioni meteorologiche possono condizionare notevolmente le prestazioni di una vettura e quindi la guida deve adattarsi a quello che è il manto stradale e la temperatura esterna. Basti considerare che lo spazio di frenata di un veicolo che procede ad una velocità di 90 km orari con una temperatura esterna di circa 20 gradi è di una sessantina di metri, mentre se la temperatura scende già intorno ai 7 gradi servono almeno una decina di metri in più mantenendo costante la velocità.

Esteriormente una gomma invernale si distingue per la marcatura laterale M+S, a volte abbinata dal simbolo del fiocco di neve. A livello funzionale il nostro Codice della Strada le equipara alle catene da neve: chi monta i pneumatici invernali, quindi, è esonerato dall’obbligo di catene da neve a bordo.

Circa il grado di diffusione dei due sistemi di lavorazione, esistono in Europa significative differenze. Nei Paesi Scandinavi, ad esempio, il procedimento “a freddo” interessa la quasi totalità dei pneumatici invernali per autocarro, mentre si riduce sensibilmente in Germania e Gran Bretagna, per attestarsi intorno al 30% del mercato totale in Italia, Francia e Spagna.

Visto più da vicino il battistrada delle gomme invernali presenta dei taglietti sui tasselli – detti lamelle – che hanno il compito di far presa sul manto nevoso garantendo una tenuta di strada ottimale. A fare la differenza è anche la composizione di questi pneumatici composti di una mescola ad hoc a base di silice. È chiaro, però, che proprio queste caratteristiche che rendono gli pneumatici idonei in caso di neve o pioggia ne limitano inevitabilmente l’aderenza su terreno asciutto e ad alte temperature.

A fine marzo quindi è opportuno cambiare le gomme e montare pneumatici estivi. La scelta delle giuste gomme invernali dipende ovviamente in primis dal modello di auto: la 185/60 R14, ad esempio, è una misura ideale per utilitarie piccolo-medie come la Clio o la Punto, mentre su auto di cilindrata più grande, ad esempio l’Audi 3, si può montare una 205/55 R16.
 
CARRELLO
0 Pz.
0,00 €